Lumaktaw sa nilalaman

Guidebook for Roma

Nicola Claudio
Nicola Claudio
Sumali sa 2016
Nicola Claudio

Guidebook for Roma

Sightseeing
L'Anfiteatro Flavio,detto comunemente Colosseo,è considerato il simbolo dell'eternità di Roma ed è una delle 7 meraviglie del mondo moderno.Oggi è possibile visitare e capire come funzionava il sistema teatrale sotterraneo, con montacarichi, rampe e trappole che servivano a far comparire animali, gladiatori e macchinari scenografici davanti ad un pubblico eccitato. Scoprite le incredibili tecniche ingegneristiche che permisero ai romani di completare questa enorme struttura che ha attraversato la storia fino a noi, in meno di 10 anni.
544
lokal ang nagrerekomenda
Colosseum
544
lokal ang nagrerekomenda
L'Anfiteatro Flavio,detto comunemente Colosseo,è considerato il simbolo dell'eternità di Roma ed è una delle 7 meraviglie del mondo moderno.Oggi è possibile visitare e capire come funzionava il sistema teatrale sotterraneo, con montacarichi, rampe e trappole che servivano a far comparire animali, gladiatori e macchinari scenografici davanti ad un pubblico eccitato. Scoprite le incredibili tecniche ingegneristiche che permisero ai romani di completare questa enorme struttura che ha attraversato la storia fino a noi, in meno di 10 anni.
Il Pantheon,termine che in greco significa "il tempio di tutti gli dei", è un capolavoro di architettura e ingegneria. Tra i monumenti storici meglio conservati di Roma, ha esercitato grande influenza su tutta l'architettura occidentale. Il tempio è composto da un'aula circolare coperta da una cupola emisferica, preceduta da un pronao di derivazione greca con 16 colonne corinzie che sorreggono il timpano. La cosa più interessante e rivoluzionaria è che il diametro interno della cupola corrisponde esattamente all'altezza da terra del tempio e prolungando idealmente la curvatura della volta si ottiene una sfera perfetta! Vi sentire così avvolti dalla cupola che vi sembrerà di essere come sospesi al centro di una grande sfera cava. Alzando gli occhi noterete che l'unica fonte di luce è rappresentata da un oculus, ovvero un foro posto allo zenith del diametro di 9 metri. Ed è proprio il suo rapporto con la luce, l'aspetto più importante del Pantheon. E' la luce a creare lo spazio all'interno.
289
lokal ang nagrerekomenda
Pantheon
289
lokal ang nagrerekomenda
Il Pantheon,termine che in greco significa "il tempio di tutti gli dei", è un capolavoro di architettura e ingegneria. Tra i monumenti storici meglio conservati di Roma, ha esercitato grande influenza su tutta l'architettura occidentale. Il tempio è composto da un'aula circolare coperta da una cupola emisferica, preceduta da un pronao di derivazione greca con 16 colonne corinzie che sorreggono il timpano. La cosa più interessante e rivoluzionaria è che il diametro interno della cupola corrisponde esattamente all'altezza da terra del tempio e prolungando idealmente la curvatura della volta si ottiene una sfera perfetta! Vi sentire così avvolti dalla cupola che vi sembrerà di essere come sospesi al centro di una grande sfera cava. Alzando gli occhi noterete che l'unica fonte di luce è rappresentata da un oculus, ovvero un foro posto allo zenith del diametro di 9 metri. Ed è proprio il suo rapporto con la luce, l'aspetto più importante del Pantheon. E' la luce a creare lo spazio all'interno.
Definita “madre di tutte le chiese del mondo”, la Basilica di San Giovanni in Laterano rappresenta l’ideale trait d’union tra epoca pagana ed epoca cristiana. Nata, infatti, come edificio per riunioni pubbliche e per l’amministrazione della giustizia, con la diffusione del nuovo credo si trasforma in maestosa struttura ecclesiastica, adatta ad accogliere un gran numero di fedeli. La sua facciata settecentesca, costruita da Alessandro Galilei, è un preludio al magnifico interno ideato dal Borromini, al quale papa Innocenzo X Pamphili, in vista del Giubileo del 1650, affidò il rifacimento dell’interno. L’impianto complessivo a cinque navate venne comunque conservato, così come il cinquecentesco, ricchissimo, soffitto a cassettoni della nave mediana. Se vi trovate qui, meritano senz’altro una visita il museo, che raccoglie preziosi arredi liturgici, e il chiostro, capolavoro dell’arte cosmatesca dove si conservano elementi architettonici, sculture e ornati dell’antica basilica.
279
lokal ang nagrerekomenda
Basilica di San Giovanni in Laterano
4 Piazza di S. Giovanni in Laterano
279
lokal ang nagrerekomenda
Definita “madre di tutte le chiese del mondo”, la Basilica di San Giovanni in Laterano rappresenta l’ideale trait d’union tra epoca pagana ed epoca cristiana. Nata, infatti, come edificio per riunioni pubbliche e per l’amministrazione della giustizia, con la diffusione del nuovo credo si trasforma in maestosa struttura ecclesiastica, adatta ad accogliere un gran numero di fedeli. La sua facciata settecentesca, costruita da Alessandro Galilei, è un preludio al magnifico interno ideato dal Borromini, al quale papa Innocenzo X Pamphili, in vista del Giubileo del 1650, affidò il rifacimento dell’interno. L’impianto complessivo a cinque navate venne comunque conservato, così come il cinquecentesco, ricchissimo, soffitto a cassettoni della nave mediana. Se vi trovate qui, meritano senz’altro una visita il museo, che raccoglie preziosi arredi liturgici, e il chiostro, capolavoro dell’arte cosmatesca dove si conservano elementi architettonici, sculture e ornati dell’antica basilica.
Parks & Nature
l Parco di Villa Borghese, uno dei più estesi di Roma, è delimitato da ben nove ingressi che ne consentono l’accesso dai quartieri centrali della città, Pinciano, Flaminio e Salario.Villa Borghese ospita numerosi edifici storici coevi, quali il Casino del Graziano, il Casino Giustiniani, l’Uccelliera e la Meridiana con i meravigliosi giardini segreti, ripristinati secondo l’originario assetto seicentesco; accoglie numerosi edifici neoclassici e ottocenteschi quali il Casino dell’Orologio, la Fortezzuola, l’ampio Giardino del Lago, ridisegnato e realizzato nel 1786 da Antonio Asprucci, caratterizzato da un romantico isolotto artificiale su cui domina il Tempietto di Esculapio, raggiungibile anche con brevi escursioni in barca. La Villa è dotata di strutture per il tempo libero, il gioco, e la diffusione culturale: il Museo Canonica, casa-studio dall’artista Pietro Canonica, il Casino di Raffaello con una ludoteca per bimbi, la Casina delle Rose con la Casa del Cinema, l’eclettico giardino zoologico recentemente convertito in Bioparco, l’Aranciera trasformata nel nuovo Museo Carlo Bilotti con opere di arte contemporanea. In prossimità di Piazza di Siena, è stato allestito un ampio padiglione teatrale a pianta circolare, il Globe Theater, su modello dei teatri elisabettiani, associato alla programmazione shakespeariana.
544
lokal ang nagrerekomenda
Villa Borghese
544
lokal ang nagrerekomenda
l Parco di Villa Borghese, uno dei più estesi di Roma, è delimitato da ben nove ingressi che ne consentono l’accesso dai quartieri centrali della città, Pinciano, Flaminio e Salario.Villa Borghese ospita numerosi edifici storici coevi, quali il Casino del Graziano, il Casino Giustiniani, l’Uccelliera e la Meridiana con i meravigliosi giardini segreti, ripristinati secondo l’originario assetto seicentesco; accoglie numerosi edifici neoclassici e ottocenteschi quali il Casino dell’Orologio, la Fortezzuola, l’ampio Giardino del Lago, ridisegnato e realizzato nel 1786 da Antonio Asprucci, caratterizzato da un romantico isolotto artificiale su cui domina il Tempietto di Esculapio, raggiungibile anche con brevi escursioni in barca. La Villa è dotata di strutture per il tempo libero, il gioco, e la diffusione culturale: il Museo Canonica, casa-studio dall’artista Pietro Canonica, il Casino di Raffaello con una ludoteca per bimbi, la Casina delle Rose con la Casa del Cinema, l’eclettico giardino zoologico recentemente convertito in Bioparco, l’Aranciera trasformata nel nuovo Museo Carlo Bilotti con opere di arte contemporanea. In prossimità di Piazza di Siena, è stato allestito un ampio padiglione teatrale a pianta circolare, il Globe Theater, su modello dei teatri elisabettiani, associato alla programmazione shakespeariana.